Sections

lunedì 13 agosto 2012

Vi è mai capitato di avere una persona nella vostra testa, che in realtà siete voi, che vi giudica e vi mette in soggezione e vi impedisce di fare ciò che volete?

Più il tempo passa e più mi accorgo che davvero non sono normale.
Non so perché mi sento così. Non lo so. Forse è un complesso di inferiorità, e abbastanza grave, direi. Forse è la troppa ambizione, la competizione invisibile che si svolge ogni giorno che mi spinge a voler soddisfare e superare le aspettative di tutto e di tutti.
E poi c'è lui. Non ho ancora capito perché il mio subconscio trascurato e incomprensibile abbia scelto 'sto idiota come faccia della mia parte estremamente severa con se stessa. Forse perché davvero gli assomiglio. Sono un'idiota. Non lo conosco nemmeno così tanto. Sono davvero ridicola - e non è nemmeno colpa mia. Tutti quelli con cui ho parlato considerano la faccenda con leggerezza. Non capiscono come mi sento male. Pensano che sia una cazzata, un'infantile cazzata.
E lui continua a deridermi e giudicarmi, ma sono io in realtà che mi derido.
E' già successo in passato, c'era quel Dita di Polvere del mio libro preferito. L'ho scacciato quando ho imparato a conoscerlo. Dovrò conoscere anche lui. Che angoscia, per farlo dovrò conoscere il mondo intero e anche me stessa.
E' la cosa più deprimente, stancante, ossessionante e degradante che la mia mente abbia mai potuto creare.
Lo odio. Lo odio. Lo odio. Mi odio, che schifo, Dio che schifo, che schifo.
Questo blog sta ritornando un angolo personale e angosciante. Angosciante.

2 commenti:

Ilia Dianthe ha detto...

A dire il vero anch'io ho un'altra me che sta sempre lì a deridermi e farsi beffa di me quando invece non si sforza minimamente di essere comprensiva, secondo me è nata per spronarmi a fare di meglio ma in totale resto sempre una buona a nulla e a lungo andare ho capito che tanto, visto che è una personificazione della mia coscienza, si sente solo irritata dalla mia mancanza di buona volontà e che , anche se me ne dice/o di tutti i colori alla fine visto che sono sempre io non cambia di molto il risultato ._____.

E poi siamo diventate tre ...

Ilaria ha detto...

Dita di polvere *-* Cuore di inchiostro vero? Amo quel personaggio *-*
Comunque... penso che tutti abbiano un alter ego che ci fa riflettere, che ci frena, che ci tappa le ali. Odio chi giudica e essere giudicata, ma mi rendo perfettamente conto che io sono la prima a farlo.. a giudicare me stessa! Come mi è già capitato di scrivere sul mio blog, chi potrebbe mai credere in me se io sono la prima a dubitare delle mie capacità? Facciamola tacere questa altra parte di noi... siamo libere di sbagliare. Per fortuna