Sections

sabato 17 marzo 2012

"I giovani d'oggi."

Post della serie "Ma chi me l'ha fatto fare di essere strana così".
Allora. Tutto cominciò per un armadio in disordine, un'ora di arte e un profe pedante, anche se non so precisamente come dal momento che stavo leggendo. (Si, leggevo... la mia prima nota, in prima elementare, l'ho presa perchè leggevo durante matematica. XD)
Matt, sei un figo. Immagine random.
A un certo punto la mia attenzione venne risvegliata da un brusco cambio di argomento: i cioffani, e di come siamo diversi dalle altre generazioni.
Praticamente abbiamo discusso tutta l'ora, e io, la mia migliore amica (che ha un blog qui) e l'insegnante di sostegno femminista di una nostra compagna di classe eravamo in opposizione (pacifica, ovvio... almeno da parte mia! Comunque sono mie amiche, quindi...) contro altre due ragazze, che chiamerò A e L.
Io, Vale e E (l'insegnante di sostegno) sostenevamo che la nostra generazione è estremamente condizionata e condizionabile (Teoria di Marten... dovrei fare un post sulle mie teorie); Vale che ci impongono dei modelli che seguiamo, coscientemente o senza accorgerci (lei ha fatto esempi sulle modelle e io ho la fissa dei modi di pensare che ci propongono e impongono); e poi E che comunque era d'accordo ha fatto un paragone tra la nostra e la sua generazione (ha 53 anni).
A e L sostenevano tutto il contrario, non so spiegarvi con precisione, vi farò degli esempi.

A: ma io direi che la nostra generazione ha molto più di quanto ha avuto la vostra!
E: è vero, c'è Internet, ma noi avevamo le biblioteche. Inoltre la città era pulita, e i servizi pubblici efficienti, mentre adesso voi non avete una città funzionante.

Io penso...
non per dire ma... abbiamo cose diverse dalle altre generazioni. Siamo la gente più strana mai esistita. Ci offrono tanto, ci danno tutto, ci mettono a disposizione qualsiasi cosa tramite TV, Internet, radio, eccetera ma decidono comunque loro a cosa farci credere. Siamo come tanti robot, ognuno cerca di uscirne e magari qualcuno ci riesce anche, ma chi può dire di averlo fatto? E noi ragazzi siamo i più facili da condizionare e soprattutto quelli su cui ricadono e ricadranno le conseguenze. Controllando noi controllano il futuro; anche solo decidendo, tanto per fare un esempio di mia competenza, la musica da farci ascoltare caricandoci di pubblicità posso farci cambiare il modo di pensare! E se continuano a lavare il cervello alle ragazze con canzoni smielate e senza temi profondi andremo a finire male! Dobbiamo, cazzo, scusate le parole, educarci, imparare, prendere d'esempio gli errori passati e pensare un po' non solo a sè stessi, ma al mondo in generale.
E cavolo smettetela di pensare all'amore e al cuore e a non so, perchè l'amore alla fine non è quello che vi viene schiaffato davanti al naso ogni santo giorno.
Amare è conoscere, fondamentalmente, e avere un rapporto. Rapporto nel senso di condividere i propri pensieri, rispettarsi, e ovviamente anche l'attrazione fisica è importante, perchè la natura ci ha fatti così. Detto così sembra tutto noioso, ma come potete sostituire una persona che amate, che vi fa sentire bene e senza timore, nella più completa sincerità e intimità, con un ragazzo di cui vi siete infatuate (sì, si dice così.) e con cui magari avete parlato una volta?
Adesso, non sto dicendo che non sia un sentimento importante. La cotta (anche se chiamarla così è sminuirla) è tipica dell'adolescenza, ed è da essa che derivano poi i sentimenti più duraturi. Ma amore non è al primo sguardo, nè è un colpo di fulmine.
Ma non dite che amate un ragazzo solo perchè è il vostro fidanzato da una settimana, a volte anche gli anni non bastano, e comunque non a quest'età, non si è nemmeno del tutto formati come persone!
In ogni caso, alla fine le mie compagne di classe - A, L, e un'altra che chiamerò M - hanno scassato un po' le palline da tennis per questo motivo! "L'amore può essere uno sguardo", "l'amore è quando perdi la testa per una persona", ecc. Uh, che stress. NO. Questa è una bella sbandata, comunque importante, ma non è amore. E se cambi fidanzato 5 volte all'anno non è nemmeno infatuazione, è finzione. E' mentirsi da soli.
E hanno ANTEPOSTO QUESTO ARGOMENTO E LA DISCUSSIONE SULL'ASPETTO FISICO (seguita a quella sulla generazione) A TUTTO IL RESTO!!!

Mi chiedo seriamente se sono l'unica stupida o l'unica matura, e se è giusto che a quest'età assurda io sia così, nel bene (intelligenza...) o nel male (psicopatia.)!
Intanto aspetto... aspetto qualcuno? Chi?

8 commenti:

@µ†ø ∞ ha detto...

Hai iniziato con un argomento e finito con un altro xD non importa, anch'io faccio così... beh, partiamo dal primo, io preferisco la generazione antica, nonostante non ne faccia parte, perché era tutto migliore, certo, però esistono anche delle cose buone nella nostra... mmm... diciamo che ogni generazione ha un suo pregio e un suo difetto, i computer servono (per i blog ;D), ma non devono diventare un'ossessione perché sono preferibili i libri (di gran lunga)...
Per quanto riguarda al concetto dell'amore sono su una parte d'accordo e sull'altra no, di sicuro non esiste "lo amo" dopo una settimana, ma neppure dopo un mese, però, ci sono ragazzi/e non corrisposti/e che amano comunque l'altra persona (o casi più complicati come il mio) e poi secondo me si può provare amore a tutte le età, pensa, per esempio a quelli che si conoscono da bambini e poi si sposano da adulti. Non partiranno proprio dall'amore, però l'infatuazione è comunque molto forte ed è l'inizio dell'amore ^_^

PS. Anch'io amo il tuo blog e ora m'impegno a commentare di più :D

Vale☆ ha detto...

1 grazie di aver scritto che sono la tua migliore amica (la mia mejor XD) e di aver messo il link per il blog :)
2 lo sai che la musica crea dipendenza? e questa è la prova del fatto che sei cosa ascolti,incide molto sulla tua personalità!
3 siamo messi male,tanto male...ma siamo noi avanti o loro indietro?????
(scusa l'itagliano correggiuto ma nei non riesco a scrivere in modo decente nei commenti... O.o)

Pauley ha detto...

Sono molto d'accordo con la tua teoria, anzi, ti dirò che credo che anche il modo di amare sia molto legato al cambio di cultura che c'è stato nella nostra generazione. Per questo basta pensare alla strumentalizzazione del matrimonio (in senso legale) o a quelle stupide feste come san Valentino utili solo a far vendere più gadget. E credo che anche l'aumento di semparazioni e divorzi sia un dato abbastanza importante sul piano del significato che i giovani sempre di più danno all'amore e allo stare bene con una parsona. In quanto all'"amore adolescenziale" sono sempre convinta che vada preso con le pinze...
In ogni caso sono d'accordo con te.
Lot Of Love :3
Pauley

Marten ha detto...

Ma figurati XD A me sembra scritto giusto O.o

Vale☆ ha detto...

La forma intendo...forse sono io che vedo cose inesistenti XD

Anonimo ha detto...

secondo me, sul discorso dell'amore, nn hai ragione... e mi viene spontanea 1 domanda: ti 6 mai innamorata ??? Beh, ti posso assicurare che l'amore a prima vista esiste e io ne sono una vittima...in trappola...
Purtroppo, certo, l'amore può non essere corrisposto... ma alla fine, rischiare è il miglior modo per ottenere qualcosa...
fidati, l'amore a prima vista è vero amore !!!

Marten ha detto...

Ognuno ha le sue opinioni e io, beh, resto sulle mie... Comunque si, sono stata innamorata nel senso che intendi tu. Ho avuto una cotta. Ripeto, cotta è un termine orrendo per descrivere ciò che è l'infatuazione, cioè un sentimento forte che però è solo una parte dell'amore! La cotta passa, ma ciò non vuol dire che sia una cosa da nulla...

Anonimo ha detto...

infatti!!! quindi anche la cotta è amore, ed è il suo primo sintomo...e anche la cotta non va sminuita!