Sections

venerdì 26 agosto 2011

Sul fondo

Splash.

Sempre più giù, lascia scivolare l’aria dalle labbra e affonda sempre di più.

Affonda.

Piroettando tra le bolle guardo la mia ombra sul pavimento della piscina; la sagoma scura e imprecisa del mio corpo che non mi piace mai abbastanza.

E mi diverto a guardarla muovere come tirata da fili invisibili, e osservo i miei capelli che ondeggiano come se il tempo si fosse fermato…

Nessun commento: